Prevenzione naturale contro l’influenza 2019

Scritto il

Prevenzione naturale da influenza

Ci troviamo già da un pò nella fase epidemica del virus influenzale. In questo articolo ti parlo del piano d’attacco contro l’influenza di quest’anno e le strategie ed i rimedi naturali che funzionano davvero, sia come prevenzione naturale che durante le manifestazioni virali.

L’influenza è una malattia respiratoria acuta causata da un virus detto appunto influenzale e le epidemie si verificano pressoché ogni anno in un periodo che va, all’incirca, dal mese di novembre ai mesi di gennaio – febbraio.
Dunque la stagione tipicamente influenzale comprende il tardo autunno e l’inverno, quando cioè l’aria fredda diventa veicolo ideale per la trasmissione del virus, favorita anche da “scambi respiratori” tra persone e persone in ambienti chiusi poco aerati.
Di solito si consigliano fondamentalmente più che i farmaci il riposo a letto. Inoltre è raccomandabile umidificare l’ambiente, bere molta acqua per favorire l’espettorazione e idratare il corpo. Gli antibiotici sono da riservare solamente alle complicazioni batteriche poiché non le prevengono ma anzi favoriscono la selezione di germi a loro resistenti.

Il virus influenzale di quest’anno raggiungerà il picco di massima diffusione nei prossimi giorni, ma molte regioni italiane affrontano da settimane il periodo epidemico e tante persone fanno i conti con la tipica sintomatologia influenzale che include febbre, debolezza generale, dolori osteoarticolari e mal di gola.

Considerando che nella maggior parte dei casi l’utilizzo degli antibiotici nei confronti del virus influenzale, non solo non serve ma è anche dannoso sia a livello individuale, alterando la flora batterica ed il sistema immunitario intestinale, sia a livello collettivo incrementando il grande problema della restistenza batterica, è possibile in tanti casi contrastare i disturbi tipici di questa malattia invernale con rimedi naturali validi e sicuri.

Gli effetti collaterali dei prodotti antinfluenzali non farmacologici sono praticamente inesistenti, se consigliati da un terapeuta esperto, impiegati in maniera corretta e con la giusta posologia.

A differenza della vaccinazione, inoltre, che protegge solo da uno specifico virus, i rimedi naturali tendono a sostenere le difese immunitarie , rendendo l’organismo più resistente sia nei confronti dell’influenza vera e propria (che si stima che per la stagione 2018 – 2019 avrà il suo picco alla fine di gennaio), sia anche di tutte le sindromi parainfluenzali.

Queste ultime stanno già mettendo a letto gli italiani, a seguito dei primi freddi e degli sbalzi di temperatura, che aumentano il rischio di contrarre raffreddore, mal di gola, tosse, otite e altri disturbi dell’apparato respiratorio.

I RIMEDI NATURALI CONTRO INFLUENZA E MALATTIE INVERNALI

Il principio ispiratore di questo piano d’azione naturale per prevenire l’influenza e le malattie da raffreddamento è lo stesso rispetto a quello sul quale si fonda la naturopatia: Vis Medicatrix Naturae, che significa «forza guaritrice della natura.
I rimedi per attuarlo? Eccoli.

Propoli
PropoliLa propoli è una sostanza resinosa che le api raccolgono dalle gemme e dalla corteccia di alcuni alberi, come pioppi, abeti, olmi, e betulle, che poi mescolano con saliva, cera e polline.
La propoli è un antibatterico naturale eccezionale, utile in caso di raffreddore, influenza, mal di gola e affezioni al cavo orale ed ai bronchi. E’ anche un’alleata del sistema immunitario.
La composizione di acido caffeico e flavonoidi rende la propoli un potente antinfiammatorio, e la lista delle proprietà delle sue proprietà è davvero lunga: ha infatti effetti antivirali, cicatrizzanti, antimicotici, immunostimolanti, vasoprotettivi.
In erboristeria è possibile acquistarla preferibilmente sotto forma di tintura madre.

Echinacea
L’echinacea è uno dei fitoterapici più adatti per contrastare il virus dell’influenza e ridurre i tempi di guarigione.
Negli integratori si usano in genere tre specie differenti della pianta: echinacea pallida, angustifolia e pururea. Questa unione garantisce un effetto sinergico e una maggiore efficacia.
I polisaccaridi racchiusi nella radice di Echinacea purpurea, E. angustifolia ed E. pallida rafforzano le difese naturali dell’organismo.
Diversi studi confermano che la pianta è in grado di sostenere «le difese dell’organismo nei confronti delle malattie da raffreddamento» (E. Campanini, Dizionario di fitoterapia e piante medicinali, Tecniche Nuove).
L’azione sinergica di echinacea pallida, purpurea e angustifolia può aiutare a difendere le prime vie respiratorie.
Queste indicazioni sono riconosciute sia dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) che dall’ESCOP (European Scientific Cooperative on Phitotherapie).
A differenza di altri rimedi naturali, l’echinacea esprime al meglio la sua attività immunostimolante e antivirale quando le infezioni sono già in corso.

Astragalo
Come l’echinacea, anche l’astragalo (Astragalus membranaceus) è una pianta in grado di rafforzare le difese dell’organismo.
Originario della Cina, l’astragalo è particolarmente indicato per il sostegno e la salute delle vie aeree. I suoi principi attivi (astraglucani) stimolano la reattività immunitaria, contribuendo da un lato a prevenire le infezioni, dall’altro a contrastarle quando già in corso, soprattutto quelle di origine virale.
Più specificamente, l’astragalo protegge dalle aggressioni di tipo virale potenziando l’attività delle cellule immunitarie – macrofagi e linfociti – che hanno il compito di combattere le infezioni.
Le radici dell’astragalo contengono saponine triterpeniche, flavonoidi, amine piogene e polisaccaridi, veri responsabili nel sostegno delle naturali difese immunitarie.

Reishi
Il reishi (Ganoderma lucidum) è uno dei più noti funghi “medicinali”.
È un immuonostimolante, analgesico, antinfiammatorio, ha effetto antistaminico e cortison-like, espettorante e antitussivo. Alcuni suoi cositutenti – i betaglucani – vanno a stimolare le difese naturali del corpo senza che ci sia una vera infezione in corso.
Reishi ganoderma lucidum
Questo fungo ha circa 150 note proprietà poichè è ricco di polisaccardi, peptidi, proteine e rientra tra i cibi antitumorali perchè contiene Germanio Organico dalle note proprietà anti-cancro.

Zinco
Lo zinco è un minerale prezioso per il corretto funzionamento degli ormoni e dell’insulina nel nostro organismo, nonché per il sostegno al sistema immunitario.
Negli uomini, lo zinco è un elemento importante per la produzione di sperma: una carenza di zinco può provocare una diminuzione nel numero degli spermatozoi nel seme. Assunto sotto forma di integratore alimentare, lo zinco risulta utile sia in fase preventiva, che per sostenere le difese del corpo durante un’ifezione virale o batterica in corso.

Rame
In oligoterapia il rame è il presidio di elezione in caso di malattie infettive
, sia virali che batteriche, ed è ritenuto uno dei supporti migliori per smorzare l’intensità dell’infiammazione tipica della fase acuta dell’influenza. Questo rimedio è così delicato da risultare molto adatto anche a bambini e anziani e compatibile con qualsiasi eventuale trattamento farmacologico in corso.

I VECCHI E FAMOSI RIMEDI DELLA NONNA
Durante l’attacco influenzale ecco una tisana semplice, casalinga e molto efficace:  Prendi un piccolo pentolino, riempilo d’acqua, porta a ebollizione con 2-3 spicchi d’aglio e un po’ di zenzero. Fai bollire x 7-8 minuti circa. Aggiungi prima di bere qualche goccia di limone.

Inoltre l’alimentazione è sempre importante. Durante l’influenza occorre seguire una dieta liquida con spremute, succhi di frutta e verdura.
Una ricetta speciale: brodo di pollo con molti aromi (cipolla, aglio, dragoncello, rosmarino, timo, chiodi di garofano, peperoncino). Senza patata. Nel piatto aggiungere due cucchiai di vino rosso.

 

UNA PREVENZIONE EFFICACE, DIVERTENTE E GRATUITA
Di cosa sto parlando? Di muoversi, praticare costantemente attività fisica, soprattutto di tipo aerobico, anche e soprattutto in inverno. E quando la pigrizia tenta di prendere il sopravvento, in quel momento dobbiamo trovare lo stimolo per muoverci, uscire di casa e praticare un’attività che ci porti anche del buon umore.

passeggiata attività aerobica

Le ricerche dimostrano infatti che per prevenire influenza e malattie stagionali è necessario muoversi con costanza e regolarità: chi predilige l’inattività ha quasi il doppio delle probabilità di ammalarsi di disturbi da raffreddamento e persino di soffrirne con sintomi più forti.
Una camminata a passo sostenuto fatta per 40-50 minuti senza mai fermarsi è la migliore forma di attività aerobica che possiamo intraprendere, in più gratuitamente!