Check-up olistico

Check-up Olistico

Sempre più persone si rivolgono a me perché comprendono l’importanza della prevenzione come pratica consapevole e intelligente per mantenere il proprio sistema psicofisico in piena forma e salute.

Seminari e laboratori

Essere insegnate di discipline olistiche è parte importante del mio lavoro. E’ il mio piccolo contributo per diffondere informazioni e conoscenze che altrimenti verrebbero per la maggior parte ignorate o occultate dall’informazione mediatica di massa.

Anima di Puglia

Scopri come rigenerare corpo e mente con i soggiorni ben-essere di Gianluca Lombardi. Nei soggiorni e weekend diamo ampio spazio a lavori ed esercizi che possano mirare ad un ri-equilibrio in senso olistico tra corpo, mente e anima.

Check-up Olistico

Sempre più persone si rivolgono a me perché comprendono l’importanza della prevenzione come pratica consapevole e intelligente per mantenere il proprio sistema psicofisico in piena forma e salute.
La naturopatia assieme a l’iridologia rappresentano gli esempi migliori per una corretta ed efficace prevenzione, così l’osservazione di tendenze patologiche non ancora manifeste permette sia di attuare una valida prevenzione in tempi utili, sia di tenere maggiormente sotto controllo un organo o un apparato che mostri debolezze costituzionali.
Nell’ottica di una medicina preventiva ciò che propongo durante le consulenze in studio, sono due modalità di check up.

CHECK UP OLISTICO BASE, che comprende:

VISITA IRIDOLOGICA
Tecnica che consiste nell’osservazione accurata di particolari strutture oculari – iride, pupilla, sclera – al fine di valutare la condizione di equilibrio e lo stato di salute di organi ed apparati riflessi nell’iride stessa. Si basa sull’acquisizione del fatto che nell’iride vi è riflesso l’intero organismo – PARS PRO TOTO – dal momento che essa si trova in collegamento con il sistema cerebro-spinale e neurovegetativo.

L’iridologia è una scienza che permette di valutare:

  • La tipologia costituzionale del soggetto
  • Le tendenze patologiche
  • Le condizioni anomale dei tessuti
  • Le infiammazioni e intossicazioni a carico di tessuti e organi
  • Lo stato del sistema neurovegetativo e nervoso
  • Un insieme di dati fisici, energetici, emotivi e psichici che concorrono a inquadrare lo stato globale del soggetto esaminato fornendo al terapeuta informazioni importanti relative alla multifattorialità che sottende disturbi e malattie. Dall’occhio si riesce a vedere quasi istantaneamente da che cosa deriva il sintomo che la persona accusa, la causa prima che lo determina.

QUANTUM RESONANCE TEST
Un check up bioenergetico quantistico, indolore e veloce, eseguito con un’apparecchiatura frutto di 20 anni di studi, questa tecnologia è usata da anni negli ospedali pubblici e privati di Austria, Irlanda, Germania, Inghilterra, Usa e Canada, nonché dalla Nasa per la diagnosi e il trattamento a distanza degli astronauti in atmosfera.

L’uomo e la natura sono costituiti di energia e materia. La materia è frequenza elettromagnetica condensata: tutti i corpi emettono frequenze (energia) e possono anche riceverle. Tutte le cellule del corpo umano grazie al loro DNA che funziona come un trasmettitore-ricevitore (la struttura elicoidale del DNA consente la sua funzione di “indotto” come la bobina dei motori elettrici) sono in continua connessione elettrica e modificano sé stesse a seconda delle informazioni ricevute. Le informazioni sono così in ogni momento presenti nei tessuti interstiziali variando continuamente e influenzando i metabolismi cellulari.
Così il benessere e la salute dipendono dalla corretta comunicazione tra le cellule. Comunicazione che avviene sottoforma di segnali elettromagnetici estremamente deboli ma con una frequenza ben definita. Ad esempio il campo vibrazionale di un cuore è specifico di quell’organo ed è diverso da quello di un pancreas o di un rene.

Il Quantum Resonance Test è l’apparecchiatura esistente più avanzata, in grado di rilevare i cambiamenti elettromagnetici e di fare uno screening completo prima ancora che si manifestino i sintomi.

ESAMI UTILI
Gli esami importanti da portarmi sono i seguenti:
emocromo, colestrolo HDL/LDL e totale, trigliceridi, omocisteina, emoglobina glicosilata HbA1C, ferritina, vitamina B12, vitamina D (25D)

CHECK UP OLISTICO COMPLETO, che comprende:

Visita iridologica e Quantum Resonance Test (vedi sopra), inoltre…

ESAME DEL MINERALOGRAMMA
Inquinamento e tossicità ambientale sono purtroppo in crescita e singoli contaminanti possono interferire con le normali funzioni dell’organismo. Il mineralogramma è un test per valutare la carenza o l’eccesso dei più importanti oligoelementi che si trovano nell’organismo e per controllare l’eventuale presenza di minerali tossici.

Il capello attraverso il follicolo pilifero concentra e trattiene i minerali circolanti nel corpo, dai macroelementi, (come il calcio e il potassio) presenti in dosi massicce, ai minerali traccia (come manganese, ferro, rame, iodio ecc.) che si trovano in quantità minime, sino ai metalli tossici, come il piombo e il mercurio, eventualmente assimilati nel tempo dall’organismo.
Il mineralogramma è semplice e indolore: è sufficiente tagliare alla radice 3-4 centimetri di capelli nella zona della nuca dove c’è una maggiore vascolarizzazione in modo da stimare i minerali circolanti nell’organismo negli ultimi 3-4 mesi; il campione viene successivamente inviato in uno dei laboratori di spettrofotometria più affidabili ed esperti al mondo, la Doctor’s Data Inc. di Chicago.
Partendo dai dati del mineralogramma è possibile impostare un programma di integrazione minerale personalizzato e, se necessario, una terapia chelante per la rimozione dei metalli tossici accumulati nell’organismo.

La valutazione con il mineralogramma è particolarmente opportuna in queste circostanze:

  • Gravidanza (valutazione dell’esposizione ai metalli pesanti e ai loro antagonisti come calcio, ferro e selenio)
  • Allattamento (carenze nutrizionali) e prima infanzia
  • Astenia
  • Patologie immunitarie (malattie autoimmuni, deficit, ipersensibilità, ecc.)
  • Osteoporosi
  • Alterazioni endocrine e dismetaboliche
  • Alterazioni delle funzioni sessuali (infertilità)
  • Alterazioni della nutrizione (disbiosi croniche, malattie intestinali, bulimia, patologie tumorali)
  • Sovrappeso e ritenzione
  • Medicina di prevenzione

ESAMI UTILI
Gli esami importanti da portarmi sono i seguenti:
emocromo, colestrolo HDL/LDL e totale, trigliceridi, bilirubina, omocisteina, emoglobina glicosilata HbA1C, ferritina, acido folico, vitamina B12, vitamina D (25D), TSH-T3-T4, antitransglutaminasi IgA.

Folati, vitamina B12 e omocisteina
L’omocisteina è un prodotto intermedio ed instabile della metionina (amminoacido alimentare); essa circola per l’80% legata alle proteine plasmatiche (albumina) e per il 20% libera nel plasma in forma sia ridotta che ossidata. Il metabolismo dell’omocisteina è regolato da alcune vitamine del gruppo B, pertanto un loro deficit significativo e prolungato può determinare iperomocisteinemia: concentrazione maggiore od uguale a 12µmol/L.
Nello specifico, la conversione metabolica dell’omocisteina dipende da Acido folico (B9), Riboflavina (vit B2), Piridossina (vit B6), Cobalamina (B12), Betaina e Zinco che ne consentono la ri-metilazione in metionina.

Esistono diversi livelli di iperomocisteinemia. Una dieta inadeguata, predisposizione genetica, caratteristiche interindividuali, farmaci, fumo ed alcol possono determinare diverse complicazioni:

  • Innalzamento dei radicali liberi
  • Sedimento urinario e calcolosi
  • Predisposizione alla degenerazione nervosa (Alzheimer)
  • Aumento del rischio cardiovascolare
  • Aumento del rischio di osteoporosi
  • Alterazione nell’eliminazione di tossine, quali la Piridina e l’Arsenico

La Vitamina B12, assieme ai Folati, è necessaria per convertire l’Omocisteina in Metionina.
Una sua carenza associata a quella dei folati, può provocare forme di anemia megaloblastica. I cibi più ricchi di folati (B9) sono i broccoli, carciofi, cavolini di Bruxelles e cavolfiori, agrumi (arance, clementine, mandarini, kiwi), bieta, avocado, legumi (fagioli, ceci, lenticchie, piselli), indivia, lattuga, frutta secca (noci, mandorle, nocciole), cereali integrali, rucola, pomodorini ciliegino, spinaci e uova. La vitamina B12 si trova principalmente in carne, pesce e uova. In conclusione, il controllo dei livelli di vitamina B12 e omocisteina sono importantissimi dato che una carenza di cobalamina può condurre a serie conseguenze per l’organismo, soprattutto per i bimbi piccoli, dal momento che in questi l’esordio della sindrome è più rapido ed i danni permanenti più comuni. Assunzioni adeguate di vitamina B12 possono essere cruciali per allungare di 4 anni la spettanza di vita dei vegani, collocandoli chiaramente davanti agli altri gruppi (onnivori e vegetariani) negli studi di confronto sulla Mortalità.

La vitamina D
La vitamina D in realtà è un potentissimo ormone steroideo liposolubile che viene prodotto quando la nostra pelle viene colpita dalla luce solare (UVB) e viene poi attivato a livello di fegato e reni. Alla sua carenza è collegata una maggiore incidenza di cancro (seno, polmone, colon e prostata), attacchi cardiaci, sclerosi multipla, malattie autoimmuni, disturbi mentali, depressione, Alzheimer, ipertensione, osteoporosi, dolore cronico e fibromialgia, autismo ed altre patologie ancora. Dalla mia esperienza vi garantisco che la carenza di vitamina D supera l’80% della popolazione dato che si sta sempre meno esposti alla luce solare. Riequilibrare i valori della vitamina D significa modulare tutta l’immunità, favorire una naturale azione ansiolitica ed antidepressiva e garantire la prevenzione da numerose patologie neoplastiche ed infiammatorie.

Per ottenere ciò dobbiamo arrivare a livelli vicino i 100 ng/ml di 25OHD, e in questo ti sarò d’aiuto visto che ci vuole un po’ di pazienza, l’alimentazione serve a ben poco e il fai da te può essere pericoloso, rischiando un sovradosaggio e conseguente intossicazione (vicino i 150 ng/ml).