Tre super consigli per placare l’ansia

Scritto il

ansia addio

Ansia, nervosismo e tensioni notturne sono manifestazioni e sintomi conosciuti da sempre, ma il nostro contesto socio culturale odierno certamente favorisce l’insorgere di tutta una gamma di manifestazioni psicosomatiche.
Oggi difficilmente abbiamo a che fare con un’ansia da sopravvivenza e scarsità di cibo, considerando l’innalzamento del tenore di vita materiale avutosi rispetto a un secolo fa.
Ma ci ritroviamo a subire tensioni e pressioni si più lievi, ma costanti, dando vita al cosiddetto stress cronico.
Ed i sintomi li conosciamo un po’ tutti: palpitazioni, bruciori di stomaco, mal di testa, depressione, respiro corto, vertigini, insonnia, fame nervosa e attacchi di panico.
Sono i ritmi frenetici e la competizione a tutti i livelli che viviamo quotidianamente i di tutto questo.

Ci sono molti modi di distendere i nervi e rilassarsi, che possono rivelarsi più o meno adatti al nostro caso e ai gusti individuali: un bel massaggio rilassante, praticare tecniche di respirazione, fare sport, ascoltare musica, godersi un bagno caldo e tanto altro ancora. Senza dimenticare, ovviamente, l’impiego di specifici rimedi naturali.

Dal mondo della naturopatia ecco per te tre consigli, facili ed efficacissimi, per placare anche in maniera molto veloce ansia, tensioni nervose e attacchi di panico.

1) RESPIRA (ma nel modo giusto)
Una delle armi più potenti  per placare sul nascere un attacco d’ansia è fare qualche esercizio di respirazione, che vada a indurre rapidamente una risposta di rilassamento da parte del sistema nervoso autonomo.
Presso il mio studio e Centro di naturopatia a Bari tengo ogni anno seminari e lezioni settimanali di respiro secondo il metodo Buteyco. Queste tecniche hanno una valenza terapeutica nei confronti di manifestazioni quali asma, problematiche respiratorie e cardiocircolatorie, emicrania, ipertensione e molte altre ancora. Nello stesso tempo inducono un profondo rilassamento ed alcuni esercizi aiutano ad arrestare sul nascere attacchi di ansia e panico.
Tra i miei preferiti, perché facilissimo, molto efficace ed eseguibile ovunque, c’è questo: inspira dal naso per 3 secondi (senza forzare ma delicatamente), trattieni il respiro per 5 secondi, quindi espira molto lentamente e sempre dal naso contando mentalmente fino a 8. Ripeti il ciclo 4 o 5 volte di seguito o fino a quando l’attacco di panico è svanito.
Provare per credere.

2) BEVI UNA TISANA O PRENDI UN FITOCOMPLESSO
I farmaci ansiolitici non sono privi di potenziali effetti indesiderati, ma in alcuni casi sono necessari. In tutti gli altri, possiamo contare su una serie molto ampia di rimedi naturali estremamente validi, ancor più se utilizzati in sinergia.

Ecco la mia tisana preferita di erbe super rilassanti:

Biancospino (Crataegus monogyna), fiori e foglie. Calma gli stati d’ansia, soprattutto nei casi di manifestazioni che si somatizzano sul cuore provocando tachicardia e palpitazioni.

Passiflora (Passiflora incarnata), parti aeree. Grazie alla sua azione calmante, è uno dei rimedi fitoterapici più utilizzati per i disturbi della sfera nervosa, anche per la sua capacità di migliorare la qualità del sonno.

Tiglio (Tilia tomentosa), fiori. Favorisce il rilassamento psicofisico, utilissima anche in caso d’insonnia e disturbi delle vie aeree.

Melissa (Melissa officinalis), foglie e sommità fiorite. Grazie alle sue proprietà antispasmodiche, riesce a placare gli stati d’ansia a carico in particolare dell’apparato digerente.

Lavanda (Lavandula angustifolia), fiori. Ricca di principi attivi e oli essenziali che le impartiscono qualità detensive e rasserenanti. Molto apprezzata per mal di testa e insonnia.

Fiori d’arancio (Citrus aurantium), fiori. Azione sedativa e calmante molto dolce, utile per eccitazione nervosa e mal di testa.

tisana rilassante

Come si prepara la tisana
Prendi un cucchiaio da minestra della miscela di erbe e versalo in una tazza d’acqua bollente, mescolando delicatamente. Copri, lascia in infusione una decina di minuti, quindi filtra con un colino e l’infuso è pronto da consumare. Bevi 2-3 tazze al giorno del preparato, per alcuni giorni, finché non ti sentirai meglio.

In alternativa alla tisana, con efficacia ancora maggiore, puoi scegliere l’utilizzo di un fitocomplesso, sotto forma di gocce, capsule o compresse. La composizione può variare da prodotto a prodotto, l’efficacia la può garantire solo l’esperienza di un esperto.

ProRelaxin DuoLIfe

CLICCA QUI

3) Essenze floreali, una vera manna dal cielo
Sto parlando dei fiori di Bach e dei fiori Australiani, ovvero essenze floreali che agiscono a livello vibrazionale, andando a riequilibrare sul piano emotivo lì dove serve, stimolando la parte positiva che è già dentro di noi.
I fiori a disposizione sono davvero tanti, ma in caso di forte ansia o attacchi di panico, ti suggerisco 4 gocce sotto la lingua di Rescue remedy (fiori di Bach) o 7 gocce sempre sublinguali di Emergency (fiori Australiani).
Queste miscele di fiori in genere si prendono a l’evenienza, o comunque più volte durante la giornata per un ciclo di almeno un mese.